LA VOCE DELLE DONNE

Due testi teatrali che parlano di donne, donne ferite, maltrattate, derubate della loro dignità da quello che dovrebbe essere il loro affetto più caro, il loro sostegno, che sempre più spesso si trasforma nel loro principale nemico: l’uomo, il “maschio”. Due situazioni completamente diverse, ma che parlano di ferite profonde dell’anima e del corpo. Eppure in tutta questa “disfatta”, vi è la forza di gridare il proprio dolore, ma anche la propria voglia di reagire a questi soprusi infami. E ancora una volta sono le parole (l’arma più forte che ci sia) ad evocare tutte le sfaccettature degli stati d’animo che solo una donna sa esprimere in maniera così intensa e sofferta.

11 aprile

  • LAVOCEDELLEDONNE-SCHEDA

Antonio Salines presenta: LA VOCE DELLE DONNE, OMAGGIO A FRANCA RAME  

LA VOCE UMANA di Jean Cocteau e LO STUPRO di Franca Rame

Con: Cristina Sarti. 

Regia: Antonio Salines, Luca Sandri | Progetto luci: Salvo Manganaro | Macchinista: Anna Merlo.

La voce umana di Jean Cocteau del 1930 rappresenta una complicata rottura di un rapporto d’amore. In scena solo una donna al telefono con il suo amante dopo essere stata lasciata dal marito. Lo stupro di Franca Rame del 1975 scritto e interpretato da lei stessa riferito ad un episodio realmente accaduto all’attrice, ha avuto in lei e nel suo coinvolgimento personale, il tramite migliore per far giungere a tutti, uomini e donne, il messaggio di sofferenza, di dolore e di voglia di riscatto e di denuncia, nei confronti di un sistema “giudiziario” che allora (negli anni ’70) tutelava pochissimo le donne vittime di violenza, sembrava anzi cercare di colpevolizzarle per essersi trovate in simili situazioni. Nella suggestione della sala Capitolare, Cristina Sarti rende omaggio alla grande attrice, interpretando i due testi in uno spettacolo di rara intensità, diretto da Antonio Salines e Luca Sandri.

Info e prenotazioni: +39 3335730340 | info@teatrodelfino.it

 

 

Comments are closed.